Memorial “Massimo Cesari”

Camp. Centro Italia 2019


La gara

Massimo Cesari

Sono trascorsi un po’ di giorni dal Campionato Centro Italia, una edizione speciale, un po’ per tutti ma soprattutto per noi del team Romagna, questa edizione era infatti in memoria di Massimo Cesari, il nostro atleta scomparso ad inizio agosto.
Prima di passare alla parte sportiva è doveroso spendere un paio di righe per ringraziare la SBFI (tutta) e i Tyrsenoi (nelle persone di Daniele Sircana e Cristiano Agosto) per l’organizzazione, tutto è andato alla grande, il posto orari, competizione, arbitraggi ma soprattutto abbiamo avuto il piacere di rivedere gli amici di sempre, alcuni venuti da lontano senza gareggiare, solo per fare la presenza, per ricordare Massimo.
Amici, siate certi che questa cosa non la dimenticheremo mai.
Sono sicuro al 100% che sia stata una delle gare più emozionanti di sempre, per l’amicizia che ci legava a Massimo; la SBFI ha istituito un TROFEO PERENNE che ad ogni Centro Italia sarà messo in palio all’Open, una Vittoria Alata con l’immagine di Massimo che per noi e per i genitori Fabio e Luciana è stato un gesto veramente apprezzato e toccante.


Il nostro modo di ricordarti

il nostro ricordo

NOI abbiamo voluto ricordarti con una maglietta speciale….
BLU SCURO… come la prima che facesti fare tu, a tue spese e che alcuni di noi ancora forse hanno in fondo ad un cassetto.

CON IL LOGO NUOVO… perchè ti piaceva, non so se è un caso, ma eri stato l’unico insieme a Nimue, quel giorno quando eravate arrivati in anticipo ad aver visto l’anteprima e la nuova forma, il galletto e la caveja simboli romagnoli per eccellenza…poi ti gasava come sempre il fatto che avessimo mantenuto la tua idea originale che ho già spiegato in questo post su Facebook.

CON UNA TUA FRASE TIPICA… Perchè la sentiamo rimbombare nelle orecchie tutti i sabati pomeriggio nel silenzio della sala dove ci alleniamo.


I Risultati

Abbiamo anche fatto una bella prestazione che non era la cosa più importante in assoluto in questo contesto ma forse lo era per ogni singolo atleta della squadra che voleva stare li sul podio per ricordare a suo modo un amico.

I ragazzi ce l’hanno messa davvero tutta, portiamo a casa una discreta serie di podi che riassumerò come facevo in passato in una tabella perchè fa sempre piacere avere contezza dei propri risultati.

Nome e CognomeCategoriaPiazzamento
Aleksander VladajSenior Dx 70kg1°class
Alessandro BricchiMaster Dx 85kg1°class
Alessandro BricchiSenior Dx 90kg1°class
Eric MattaEso Dx 75kg5°class
Eric MattaEso Sx 75kg4°class
Filippo DalmonteEso Dx +90kg4°class
Filippo DalmonteEso Sx +90kg2°class
Gregory KulykSenior Dx +100kg4°class
Gregory KulykSenior Sx +100kg1°class
Gregory KulykAssoluto Dx3°class
Luca TavantiSenior Dx 70kg2°class
Massimo DeGrandisSenior Dx 80kg4°class
Massimo DeGrandisEso Sx 80kg1°class
Paolo Roberto FierroEso Dx 70Kg2°class
Paolo Roberto FierroEso Sx 70Kg1°class
Riccardo PiedimonteEso Dx 90kg6°class
Riccardo PiedimonteEso Sx 90kg2°class
Simone SagredinSenior Dx 90kg5°class
Simone SagredinSenior Sx 90kg4°class
Valentin LoshiSenior Dx 100kg4°class
Valentin LoshiSenior Sx 100kg2°class

Il Supporto

Siamo una squadra a volte un po’ sconclusionata e spesso disorganizzata ma stiamo lavorando per darci una regolata e per fortuna abbiamo chi ci supporta e sopporta.

Ci sono infatti delle persone speciali che ci seguono e che ci aiutano in tutto, parto egoisticamente da Lucia che cucina per giorni per sfamarci tutti con vagonate di cibo ma che soprattutto sopporta me, per passare a tutte le compagne e i familiari dei ragazzi presenti come Mary, David, Anna, Martina, Lorena e Yuri.

Ultimi ma non per importanza…. Maurizio Novelli e Valentino Carrara che ringrazio personalmente per essere stati dei nostri pur non gareggiando per influenza in atto e stato di forma non classificabile.

Concludo

Non ho altro da aggiungere, stare insieme a TUTTI VOI, anche quelli che non sono della squadra che magari leggono ora, in questa occasione speciale mi ha riempito di orgoglio, della nostra squadra, della famiglia del braccio di ferro in genere… insomma c’è del buono nel mondo e ne ho visto un pezzettino questo weekend, nonostante le lacrime scese sono tornato a casa felice di avere commemorato un amico nel migliore dei modi, è stato tutto perfetto.
GRAZIE A TUTTI.
Ci si vede alla Coppa Italia.
Bicio

L’intervista a Massimo

Come molti di voi sapranno negli ultimi mesi io e altri appassionati di Braccio di Ferro abbiamo intervistato per una giornata intera diversi campioni del nostro sport… Era in programma una intervista anche al nostro Massimo Cesari che purtroppo ci ha lasciato prematuramente.
Tutti d’accordo quindi abbiamo voluto ricordarlo ugualmente attraverso le nostre esperienze.
Ringrazio Marco Brambillasca e il suo Blog (che raccoglie trascrivendo tutte le interviste fatte fin’ora in questo gruppo whatsapp dedicato allo scopo di divulgare il Braccio di ferro) e Daniele Sircana che gestisce i rapporti con i campioni.

Romagna Armwrestling è orgogliosa di te Massi.

Clicca qui per leggere l’intervista integrale.
Bicio

CIAO MASSIMO!

Scrivere nelle mie attuali condizioni non so se sia la cosa migliore, ci provo lo stesso perchè la persona che abbiamo perso, che ho perso, che il Braccio di Ferro ha perso, merita l’insonnia e i litri di lacrime che tanti amici hanno versato in questa serata sfigata che ci ha portato via MASSIMO CESARI.
Un incidente in sella alla sua adorata moto ci ha privato per sempre di un Amico, di un compagno di avventure, di un campione sul tavolo e fuori.

Eri una persona sempre pronta a dare il tuo contributo alla squadra, ai nuovi ragazzi, ai campionissimi che si fidavano delle tue parole durante un mondiale, eri una parte importante del Braccio di Ferro italiano, tutti i titoli vinti sembravano non pesare perchè comunque ce n’erano altri da rincorrere e conquistare, magari senza lo stimolo di un tempo ma ci provavi e domani sera saresti partito per Reggio Calabria in auto per gareggiare e stare con tanti amici… come sempre… regalando qualche perla delle tue e naturalmente un po’ di allegria.

Non so… è tutta questa sera che non so…. ho parlato con tantissime persone e TUTTI e dico tutti eravamo increduli, sempre in silenzio, non parlavamo, tutti a farci coraggio ma in silenzio, evidentemente non c’è nulla da sapere e da dire, tutti abbiamo perso un amico e non ci sono parole in questi casi.

Io a distanza di ore non riesco a dire nulla e a spiegare la sensazione che sento…. mah… è un mix di vuoto, rabbia, un senso di inutilità che mi pietrifica e una sconfinata tristezza.
Nonostante io sia in questo stato, ora sembrerà stupido ricordare le stronzate ma non riesco a ricordarti triste, nei momenti bui che hai passato riuscivi ad avere una leggerezza che non è cosa da tutti, raccontavi le tue curiosità sulle teorie più assurde con la passione che un bimbo ha per le cose nuove che scopre ogni giorno.

Questa sera un amico comune mi ha fatto notare come non sia possibile immaginare una gara in cui ad una certa ora non ti si sente urlare …. “ALO’ SE VA O NO???” quando è ora di tornare a casa.
Io ho tanti altri ricordi…. tutte le garette promozionali fatte insieme, a promuovere e insegnare il Braccio di Ferro e a regalare delle tuonate ai fenomeni di turno, le mezz’ore a parlare in macchina col tuo fintissimo accento romagnolo, gli schiaffi a Vladaj, come non possono essere dimenticate le vacanze insieme ma rigorosamente “riadattate” in base ad una gara di Braccio di Ferro.
Come non citare i tantissimi ritorni in auto dalle gare in cui alla prima area di servizio ti fermavi e mi dicevi: “ho sonno guidi te?… mi raccomando se ti viene sonno dimmelo che torno io alla guida!” …. facevo 50m e russavi come un trattore.

E’ vero…. NON SARA’ PIU’ LA STESSA COSA SENZA DI TE.

Vabè non posso stare qui a spiegare perchè mancherai solo a me…. perchè non sono solo, la TUA squadra, quella che nonostante fosse a 100 e rotti km da te, hai sempre considerato come casa tua e continuavi a considerarla tale, ultimamente mi avevi assicurato di non avere mai avuto dubbi su questo… ecco… a quel gruppetto un po’ strambo… spesso poco organizzato, fatto di gente che più strana non si può… NOI, inteso come tutte le persone della squadra che hai conosciuto dal 2001 in poi… a NOI…..A TUTTI NOI mancherai un casino.

Mi resta solo di dirti una ultima cosa…. GRAZIE per i bei momenti passati insieme e le emozioni che ci hai regalato, IO E I RAGAZZI NON LI DIMENTICHEREMO MAI.

Io e tutta la squadra ci stringiamo attorno ai tuoi cari con un immenso abbraccio in questo momento difficile.

Ciao Massi.

Bicio & Romagna Armwrestling.